News

Controlla gli aggiornamenti di mercato

Super ecobonus al 110%

Super ecobonus al 110%

Super ecobonus al 110%, ora è legge: le cose da sapere prima di far partire i lavori

Con la conversione parlamentare del dl Rilancio in legge (e le istruzioni ministeriali che seguiranno all’approvazione definitiva), la macchina del super eco bonus si prepara a partire a pieno regime dopo la pausa estiva.

Super ecobonus al 110% in condominio: i tetti di spesa massimi per il super ecobonus

Rispetto alla previsione del decreto sono cambiati i tetti di spesa massimi per i lavori in condominio per la coibentazione degli edifici, ora si possono ottenere :

  • 40 mila euro per unità immobiliare nei condomini da due a otto abitazioni
  • 30 mila per i condomini da nove abitazioni e oltre.

Super ecobonus al 110% in condominio: cambiare la caldaia con il super ecobonus

Sempre per i condomini, scendono anche i tetti per il cambio della caldaia:

  • 20 mila per i condomini da due a otto unità immobiliari
  • 15 mila euro per le unità più grandi.

Chi rischia di perdere in maniera significativa rispetto al testo originario sono soprattutto i condomini medio piccoli e, al loro interno, le case di maggiore dimensione perché il riparto millesimale delle spese rischia di farle “sforare”.

Super ecobonus al 110% per case indipendenti e le villette a schiera: il tetto di spesa per il super ecobonus

La conversione parlamentare prevede la possibilità di estendere il bonus anche alle seconde case (non più di due), mentre non è possibile usufruire dell’agevolazione nel caso di abitazione di lusso (categorie A/1,  A/8 e A/9).

Il tetto di spesa ammesso è

  • 50 mila euro per la coibentazione dell’edificio
  • 30 mila euro per il cambio della caldaia.

Il problema dell’estensione del bonus alle villette a schiera è stato superato prevedendone l’applicabilità alle “unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno”.

Le questioni aperte del super ecobonus al 110% : la congruità dei costi

Le principali questioni aperte e che potranno essere chiarite solo da circolari del MEF riguardano la congruità dei costi e le modalità di cessione del credito.

Per quanto riguarda le modalità di definizione della congruità dei costi sono discriminanti perché se l’intervento viene a costare più dei parametri che saranno definiti dal MEF la parte in eccesso non è agevolabile.

La base di calcolo potrebbero essere i prezziari provinciali delle opere edili.

C’è anche un altro aspetto da considerare prima di dare il via ai lavori: avere la certezza che apporteranno a un miglioramento di due classi energetiche.

Super ecobonus al 110% – La cessione del credito

Anche per dare il via libera alla cessione del credito sono necessarie le istruzioni ministeriali.

Il mondo bancario si sta già attrezzando .

I prodotti finanziari disponibili sul mercato quindi dopo l’emanazione delle circolari attuative prevederanno l’acquisto dei crediti di imposta dei contribuenti, sia nella forma diretta sia attraverso la cessione alle aziende, restituendo così la liquidità necessaria al sistema per sostenere gli interventi di riqualificazione.

Va infatti considerato che ben difficilmente un’impresa edile, soprattutto se medio piccola, dispone della liquidità necessaria per non farsi pagare dalla committenza e attendere il rimborso fiscale.

Tratto da:
https://www.corriere.it/economia

2 Comments

  1. Pingback:Agenzia delle Entrate: Guida Superbonus 110% - Agentiimobiliari.online

  2. Pingback:Mercatino dei Sapori d'Europa 2020 - Agentiimobiliari.online - Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *